Spiaggia del Frontone

Come tutti i punti strategici dell’isola anche al Frontone è presente un fortino, costruzione militare risalente alla seconda metà del 1500 e realizzata durante il papato di Paolo III. L’opera fu restaurata durante la colonizzazione borbonica verso la fine del 1700 ed era parte integrante del sistema difensivo dell’isola.

La storia turistica di Frontone inizia negli anni ’50 quando l’Ente Nazionale Assistenza ai Lavoratori, istituzione abolita poi nel ‘78, costruì un villaggio turistico per favorire il soggiorno ai lavoratori.

Era una struttura composta principalmente da spartani boungalow in legno che, insieme ad a un edificio centrale adibito a servizi e ristorante, poteva ospitare circa 150 persone.

Negli anni migliaia di lavoratori e lavoratrici sono stati ospiti della struttura, oggi purtroppo in disuso.

Furono anche gli anni in cui si iniziò il servizio di traghettamento Porto-Frontone. Oggi il servizio si è notevolmente intensificato e la spiaggia di Frontone è diventata probabilmente la località più famosa di Ponza, una tappa obbligata per ogni turista che arriva sull’isola.

Una meta da non perdere assolutamente per chi visita questa splendida baia è il museo etno-antropologico, ricco di storia e reperti dell’isola.



Può interessarti anche